Tel. +39 347.0893966 - Email: info@pronilab.com
Seguici su Facebook Seguici su Twitter

Biomeccanica

  • Biomeccanica
  • Biomeccanica
  • Biomeccanica
  • Biomeccanica
  • Biomeccanica
  • Biomeccanica
  • Biomeccanica

Presso il Laboratorio di Biomeccanica ProniLab è possibile effettuare il test biomeccanico per ottenere il corretto posizionamento da utilizzare sulla bicicletta. 

La visita è di fondamentale importanza per migliorare le prestazioni sportive ed evitare infortuni ed errori posturali

Il test consiste in varie fasi, principalmente viene effettuata la misurazione dell'atleta (altezza, larghezza spalle, lunghezza braccia, altezza del cavallo, altezza del busto, peso etc.), successivamente, dopo aver posizionato il ciclista sulla propria bicicletta vengono effettuate le rilevazioni per assestare in maniera ideale i vari componenti della bici (altezza e arretramento sella, distanza manubrio, pedivelle, etc. ) in modo da ottenere una posizione comoda e corretta.

Oltre al settaggio dei componenti della bici viene controllato ed eventualmente sistemato l'attacco della scarpa al pedale e la posizione delle tacchette. Dopo un'osservazione della pedalata e le ultime correzioni all'atleta viene consegnata una scheda con tutte le misure consigliate per il telaio della bici ideale.

Il test ha una durata di circa un'ora.

Se vuoi prenotare il tuo test biomeccanico nel laboratorio di Roma trovi tutti i recapiti nella pagina contatti, se invece non puoi raggiungere la nostra sede puoi utilizzare il servizio online.

Cos'è la biomeccanica?

La biomeccanica è l'applicazione dei principi della meccanica agli organismi viventi (sia animali che vegetali). In particolare, la biomeccanica analizza il comportamento delle strutture fisiologiche quando sono sottoposte a sollecitazioni statiche o dinamiche.

La biomeccanica è strettamente correlata alla bioingegneria, alla posturologia, all'ortoprotesica, alla chinesiologia (quest'ultima infatti si occupa tra l'altro della biomeccanica degli esseri umani) e all'ingegneria tissutale.

Si deve ad Aristotele uno dei primi testi di biomeccanica, chiamato De Motu Animalium.

Tra le varie applicazioni della biomeccanica, si annoverano applicazioni in campo militare (come distribuire meglio il peso dell'equipaggiamento di un soldato), nel campo sportivo (come aumentare le prestazioni degli atleti) e nel campo biomedico (costruzione di arti artificiali).
La biomeccanica è stata anche impiegata per misurare le prestazioni nella corsa dei cavalli e nello studio dei microrganismi acquatici.
La biomeccanica è anche stata impiegata per studiare il comportamento di animali ormai estinti.

Spesso nell'ambito della biomeccanica si fa uso di software di simulazione, in modo da ottenere un modello fisico del modello reale; in questa maniera, è possibile prevedere quale sarà la risposta delle sollecitazioni meccaniche sul modello reale indirettamente, a partire dal modello impiegato nella simulazione.